STUDIO LEGALE FANELLI

Via Sagliano Micca n. 4  - 10121 - TORINO -   Tel.:  011.534116  -  011.538284  -  Fax:  011.5625901  -   e-mail:


 

 

contributo unificato

 Tabella di cui all’art. 13 del T.U. n. 115/2002

(come modificato dalla legge n. 311/2004; dall'art. 48 bis del decreto-legge n. 78/2010, convertito in legge 30 luglio 2010, n. 122/2010; dall'art. 37 del decreto-legge n. 98/2011)

 

 PROCEDIMENTI CON VALORE DETERMINATO

 scaglione

Euro

 di valore inferiore a  Euro 1.100,00

37,00

 di valore superiore a Euro 1.100,00 e fino a Euro 5.200,00

85,00

 di valore superiore a Euro  5.200,00 e fino a Euro 26.000,00

206,00

 di valore superiore a Euro 26.000,00 e fino a Euro 52.000,00

450,00

 di valore superiore a Euro 52.000,00  e fino a Euro 260.000,00

660,00

 di valore superiore a Euro 260.000,00 e fino a Euro 520.000,00

1.056,00

 di valore superiore a Euro 520.000,00

1.466,00

PROCEDIMENTI CON VALORE INDETERMINABILE

 ordinari

450,00

 di competenza esclusiva del giudice di pace  

206,00

PROCEDIMENTI CON VALORE NON DICHIARATO NELL’ATTO

Cfr. art.  13 comma 6°

1.466,00

Consulta il Testo Unico delle spese di giustizia - d.lgs. n. 115/2002

Cfr. inoltre:

Circolare Ministero della Giustizia 5 luglio 2012

Circolare integrativa Ministero della Giustizia 11 maggio 2012

 

-   Ai sensi dell'art. 13 comma 2 bis del T.U., inserito dall'art. 67 comma 3° della legge n. 69/2009, per i processi dinanzi alla Corte di cassazione, oltre al contributo unificato, è dovuto un importo pari all’imposta fissa di registrazione dei provvedimenti giudiziari.

                                                               ____________________________________________

 

-   L'art. 21 del decreto-legge n. 223 del 4 luglio 2006 (decreto "Bersani"), convertito nella legge 4 agosto 2006, n. 248, ha aggiunto all’art. 16 del T.U.  il comma 1 bis che prevede, in caso di omesso o parziale pagamento del contributo unificato, l’applicazione della sanzione di cui all’art. 71 del d.P.R. n. 131/1986 (sanzione amministrativa dal cento al duecento per cento della maggiore imposta dovuta) a carico del difensore o, in solido, dei difensori costituiti.  

- Il comma 3 bis dell’art. 13 del T.U. sulle spese di giustizia, inserito dall'art. 37 comma 6° lett. q del decreto-legge 6 luglio 2011, n 98, prevede l'aumento del contributo unificato, nella misura del 50%, qualora non vengano indicati negli atti del procedimento civile o tributario il numero di telefax e l'indirizzo di posta elettronica certificata del difensore o il codice fiscale della parte ("Ove il difensore non indichi il proprio indirizzo di posta elettronica certificata e il proprio numero di fax ai sensi degli articoli 125, primo comma, del codice di procedura civile e 16, comma 1-bis, del decreto legislativo 31 dicembre 1992, n. 546, ovvero qualora la parte ometta di indicare il codice fiscale nell'atto introduttivo del giudizio o, per il processo tributario, nel ricorso il contributo unificato e' aumentato della metà"). 

- l'art. 1 comma 17 delle legge di stabilità 2013 (n. 228/2012), ha aggiunto il nuovo comma 1 quater all’art. 13 del T.U. sulle spese di giustizia prevedendo che quando l’impugnazione, anche incidentale, sia respinta integralmente o  dichiarata inammissibile o improcedibile, la parte che l’ha proposta sia tenuta a versare un ulteriore importo a titolo di contributo unificato pari a quello dovuto per la stessa impugnazione.

 

 

PROCEDIMENTI

Norma di riferimento

(T.U. n. 115/2002)

C.U.

controversie individuali di lavoro e di previdenza e assistenza obbligatorie, in primo e secondo grado, per soggetti  titolari di un reddito IRPEF,  risultante dall'ultima dichiarazione, inferiore ad €  31.884,48  (triplo del reddito-soglia per l'ammissione al gratuito patrocinio previsto dall'art. 76 del T.U., oggi fissato  in € 10.628,16 a seguito dell'aggiornamento disposto con decreto del  Ministero della Giustizia 20 gennaio 2009)

Art. 9 comma 1° bis

esente

controversie individuali di lavoro, in primo e secondo grado, per soggetti  titolari di reddito IRPEF  superiore ad €  31.884,48

Art. 9 comma 1° bis

Art. 13 comma 3°

50% contributo

controversie  in materia di previdenza e assistenza obbligatorie, in primo e secondo grado, per soggetti  titolari di  reddito IRPEF  superiore ad €  31.884,48

Art. 9 comma 1° bis

37,00

giudizio d'appello (dal 1/1/2012)

Art. 13 comma 1° bis

C.U. aumentato della metà

giudizio davanti alla Corte di cassazione (dal 1/1/2012)

Art. 13 comma 1° bis

Art. 13 comma 2 bis

C.U. doppio + importo pari all'imposta fissa di registro (168,00)

giudizio di cassazione in materia di lavoro e di previdenza e assistenza obbligatorie

Art. 9 comma 1° bis

Art. 10 comma 6 bis

Art. 13 comma 1° bis

C.U. doppio   

(n.b.: contributo fisso non dovuto)

riassunzione procedimento interrotto, sospeso, cancellato

 

non dovuto

domanda riconvenzionale, chiamata in causa e intervento autonomo (dal 1/1/2012)

 

vedere tab.

regolamento di competenza

 

vedere tab.

regolamento di giurisdizione

 

vedere tab.

gratuito patrocinio

 

esente

equa riparazione (legge Pinto n.89/01)

Art. 10 comma 1°

esente

procedimenti in materia tavolare

Art. 10 comma 1°

esente

ricorsi al Giudice di Pace contro sanzioni amministrative ex legge n. 689/81

Art. 10 comma 6 bis

vedere tab.

comodato

 

vedere tab.

impugnazione delibere condominiali

 

vedere tab.

locazione - procedimento in materia di determinazione del canone e varie

 

vedere tab.

occupazione senza titolo

 

vedere tab.

PROCEDIMENTI IN MATERIA DI FAMIGLIA E DI STATO DELLE PERSONE

separazione giudiziale dei coniugi  (artt. 706 ss. c.p.c.)

Art. 13 comma 1°

85,00

separazione consensuale dei coniugi  (art. 711 c.p.c.)

Art. 13 comma 1°

37,00

divorzio contenzioso  (art. 4  legge 898/70)

Art. 13 comma 1°

85,00

divorzio congiunto (art. 4 comma 16 legge 898/70)

Art. 13 comma 1°

37,00

interdizione, inabilitazione, nomina amministratore di sostegno  (artt. 712 ss. c.p.c.)

Art. 10 comma 3°

esente

assenza e dichiarazione di morte presunta  (artt. 721 ss. c.p.c.)

Art. 10 comma 3°

esente

provvedimenti relativi a minori, interdetti, inabilitati (artt. 732 ss. c.p.c.)

Art. 10 comma 3°

esente

rapporti patrimoniali tra coniugi - amministratore patrimonio familiare (artt. 735 ss. c.p.c.)

Art. 10 comma 3°

esente

rettificazione dello stato civile

Art. 10 comma 1°

esente

assegno mantenimento figli – provvedimenti relativi alla prole in genere

Art. 10 comma 2°

esente

procedimenti di volontaria giurisdizione  (artt.737-742 bis c.p.c.)

Art. 13 comma 1°

85,00

PROCEDIMENTI SPECIALI

ricorso per decreto ingiuntivo 

Art. 13 comma 3°

50% contributo

opposizione a decreto ingiuntivo

Per le ipotesi in cui, contestualmente all’opposizione a decreto ingiuntivo venga formulata un’ulteriore domanda se il c.u. che sarebbe dovuto per la sola domanda è superiore a quello per la sola opposizione a d.i., si deve pagare solo il contributo previsto per la domanda, considerata come causa ordinaria e quindi senza la riduzione del c.u. al 50%.

Art. 13 comma 3°

50% contributo

intimazione di licenza e di sfratto per finita locazione (art. 657 c.p. c.)           

ll valore si determina in base all’importo dell’ammontare del canone per ogni anno

Art. 13 comma 3°

50% contributo

intimazione di sfratto per morosità (art. 658 c. p. c.) 

Il valore si determina in base all’importo dei canoni non corrisposti alla data di notifica dell’atto introduttivo del giudizio

Art. 13 comma 3°

50% contributo

Intimazione di sfratto con richiesta contestuale di decreto ingiuntivo (art. 658 c.p.c.)

Contributo unificato per l’intimazione di sfratto (in base al valore, ridotto alla metà) + separata nota di iscrizione e contributo unificato per il decreto ingiuntivo (in base al valore, ridotto alla metà).

 

50% + 50% contributo

procedimenti cautelari  

Art. 13 comma 3°

50% contributo

procedimenti cautelari in corso di causa

Art. 13 comma 3°

50% contributo

reclamo avverso provv. cautelari in corso di causa

Assimilabile ai processi speciali di cui al libro IV, titolo II, capo VI del c.p.c.- camera di consiglio; cfr. circolare del Ministero della Giustizia n. 5 del 31 luglio 2002.

 

85,00

sequestro giudiziario e conservativo (artt. 670-671 c.p.c.)

Art. 13 comma 3°

50% contributo

denuncia di nuova opera e di danno temuto (artt. 688-697 c.p.c.)

Art. 13 comma 3°

50% contributo

procedimenti di istruzione preventiva (artt. 692 ss. c.p.c.)

Art. 13 comma 3°

50% contributo

procedimenti possessori  (artt. 703-705 c.p.c.)

Art. 13 comma 3°

50% contributo

fase successiva di cognizione ordinaria  

Secondo quanto previsto dalla circolare del Ministero della Giustizia n. 5 del 31 luglio 2002 i procedimenti possessori, pur se strutturati in due fasi (l’una di cognizione sommaria e l’altra a cognizione piena), mantengono comunque una connotazione unitaria, pertanto, il contributo unificato si paga solo una volta.

 

esente

procedimenti in camera di consiglio  (artt.737-742 bis c.p.c.)

Art. 13 comma 1°

85,00

ESECUZIONE

esecuzione mobiliare di valore inferiore a € 2.500,00  - contributo fisso

Art. 13 comma 2°

37,00

esecuzione mobiliare di valore superiore a € 2.500,00 - contributo fisso

Art. 13 comma 2°

121,00

esecuzione immobiliare  - contributo fisso

Art. 13 comma 2°

242,00

esecuzione per consegna e rilascio (art. 605  e ss. c. p. c.)

Art. 13 comma 2°

121,00

esecuzione forzata obblighi di fare o non fare (art. 612 e ss. c.p.c.)

Art. 13 comma 2°

121,00

opposizione all’esecuzione  (art. 615 c.p.c.)

 

vedere tab.

opposizione agli atti esecutivi  (art. 617 c.p.c.)  - contributo fisso

Art. 13 comma 2°

146,00

intervento nell'esecuzione

Art. 13 comma 2°

146,00

opposizione di terzo all’esecuzione  (art. 619 c.p.c.).

 

vedere tab.

esecuzione in materia di assegni per il mantenimento della prole o riguardante la stessa

Art. 10 comma 2°

esente

PROCEDURA FALLIMENTARE

intera procedura fallimentare (dalla sentenza alla chiusura)

Contributo prenotato a debito e corrisposto, unitamente alle altre spese di giustizia, dal curatore non appena abbia realizzato attivo nella procedura fallimentare.

Art. 13 comma 5°

740,00

istanza di fallimento

Art. 13 comma 1°

85,00

opposizione alla sentenza dichiarativa di fallimento

Art. 13 comma 3°

50%contributo

insinuazione al passivo

 

non dovuto

PROCEDIMENTO AMMINISTRATIVO E TRIBUTARIO

Procedimento amministrativo

vedere art. 13 comma 6 bis

Processo tributario

vedere art. 13 comma 6 quater

  L'utente è tenuto a verificare l'esattezza delle informazioni riportate.  
Il titolare del sito non si assume responsabilità per eventuali errori od omissioni.